Le verdure più salutari per stare bene davvero

Sembrerà banale, ma il corretto consumo di verdura e frutta è davvero la prima abitudine da adottare per cambiare in meglio la propria alimentazione e di conseguenza il proprio stile di vita. La regola quindi è verdura a volontà: la metà del cibo di ogni pasto dovrebbe essere costituita proprio da verdure preferibilmente di stagione. Oltre alla verdura non bisogna dimenticare il consumo di 3-4 frutti al giorno, soprattutto a colazione e come spuntino, facendo solo un po’ di attenzione a controllare il consumo di frutta molto zuccherina come l’uva e le ciliegie.

Il segreto è variare, in modo da includere nella propria alimentazione tutte le tipologie di verdura e frutta per garantire al nostro organismo le proprietà benefiche che esse contengono. Per orientarsi può essere molto utile procedere con un codice a colori.

L'arcobaleno di verdure e frutta: le più sane

Rosso (anguria, arancia rossa, barbabietola rossa, ciliegia, fragola, pomodoro, ravanello, rapa rossa). È il colore degli antiossidanti, come licopene e antocianine, e della vitamina C che è salutare per ossa, pelle, denti e che favorisce l’assorbimento del ferro.

Verde (asparagi, basilico, bieta, broccoli, cetrioli, cicoria, kiwi, lattuga, spinaci, uva, zucchine). Grazie al magnesio e all’acido folico contenuti, questi alimenti aiutano un corretto metabolismo energetico, rilassano l’organismo e facilitano la funzionalità muscolare. Alcune di queste verdure hanno anche proprietà antitumorali.

Bianco (aglio, cipolla, cavolfiore, finocchi, mele, pere, porri, sedano). Sono alimenti ricchi di fibre e potassio oltre che di sostanze antiossidanti e antitumorali. Sono un valido aiuto per regolare la pressione e la funzionalità muscolare.

Giallo-arancio (albicocche, arance, carote, clementine, cachi, meloni, peperoni, pompelmo, zucca). Aiutano il sistema immunitario grazie al betacarotene che il nostro organismo converte in vitamina A.

Blu-viola (fichi, frutti di bosco, prugne, melanzane, radicchi, uva nera). Intervengono contro lo stess ossidativo grazie al loro ottimo contenuto di antiossidanti e vitamina C.

La verdura di stagione: come riconoscerla

Grazie alle coltivazioni in serra e all'arrivo di verdure e ortaggi dai posti più disparati, oggi risulta molto difficile orientarsi con le verdure di stagione. Ricordo che da bambino era parte integrante dell'insegnamento, credo che fosse anche un modo per farci apprezzare la ciclicità della natura, che scandiva un po' la vita a quei tempi.

Adesso che siamo bombardati di info e sappiamo sempre che ora è, diventa complicato concentrarsi su cose così naturali come il periodo dell'anno in cui matura un frutto o cresce una verdura. 

Quindi ecco un piccolo riepilogo delle verdure di stagione (inserisco anche i legumi per comodità):

Verdure di Gennaio, Febbraio, Marzo

aglio, bieta, broccoli, carciofo, cardo, carota, cavolo, ceci, cicoria, cipolla, erbetta selvatica, fagioli, finocchio, lattuga, lenticchie, patate, piselli, porro, radicchio, scalogno, sedano, spinacio, zucca. A Marzo si aggiungono: asparagi.

Verdure di stagione ad Aprile

aglio, asparago, bieta, broccoli, carciofo, carota, cavolo, ceci, cipolla, erba cipollina, fagiolo, fave, finocchi, lattuga, lenticchie, patate, piselli, porro, ravanello, scalogno, sedano, spinacio.

Maggio, Giugno, Luglio, Agosto

aglio, asparagi, bieta, broccoli, carota, ceci, cipolla, erba cipollina, fagiolo, fagiolino, fave, finocchi, lattuga, lenticchie, patate, piselli, ravanello, scalogno, sedano. A Giugno si aggiungono: cetriolo, melanzane, peperoni, pomodoro, zucchino. Escono gli asparagi a luglio e agosto.

Settembre

Entra la cicoria e ritorna la zucca rispetto ai mesi precedenti. Rabarbaro, patate novelle.

Ottobre

Ritorna il cavolo, il radicchio e gli spinaci, arriva l'indivia, escono i pomodori e i cetrioli, i peperoni e i ravanelli. Stanno per uscire le melanzane, ma anche i fagiolini. Cominciano a comparire i primi funghi con le piogge autunnali.

Novembre e Dicembre

aglio, bieta, carciofo, cardo, carota, cavolo, ceci, cicoria, cipolla, erba cipollina, fagioli, finocchio, lattuga, lenticchie, patate, piselli, porro, radicchio, scalogno, sedano, spinacio, zucca.

Come avrai potuto notare ci sono verdure che crescono e maturano tutto l'anno, per cui puoi inserirle facilmente nelle ricette, sia crude, sia cotte. In particolare puoi sempre usare le insalate come contorni, mentre in inverno puoi approfittarne per fare un minestrone, delle zuppe. La fantasia non dovrebbe mai mancare vista la possibilità di fare abbinamenti che appartengono alla tradizione culinaria italiana.

La verdura in genere viene consumata come contorno o come accompagnamento a un secondo, ma può anche fare da primo pasto. 

Se non l'hai mangiata abbastanza dovresti provare ad inserirla, non sei più un bambino.

A mio parere si tratta dell'alimento più insostituibile in un piano alimentare pensato avendo in mente il benessere e la salute.

 

ACCEDI ALLE BASI DELLA BUONA SALUTE

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Ex medico degli astronauti, ideatore del Metodo Ongaro® per l'alta prestazione e la crescita personale.

Lascia un tuo commento