i i i

Running consigli per iniziare, migliorarsi e continuare nel tempo

running-i- consigli-per-cominciare-e-continuare

Correre è bellissimo. Sentire il corpo in movimento, il vento che accarezza la pelle, il panorama che varia e il cuore che batte forte è di una bellezza impagabile.

Ovviamente tutto questo se sei in forma. Altrimenti basteranno pochi metri per rimanere senza fiato, sentire le gambe dure come il legno e le ginocchia doloranti.

La corsa ha un grande pregio: bastano un paio di buone scarpe e qualche indumento e questo sport può essere praticato ovunque. Proprio per questo il running attira molte persone ma senza la giusta preparazione la corsa può essere anche molto problematica e portare a traumi anche piuttosto seri.

È molto importante quindi partire nel modo corretto ed evitare errori banali che possono mettere a repentaglio i tuoi sforzi.

Come per qualsiasi sport, anche per la corsa è necessario avere alcune accortezze e conoscenze di base.

  1. Obiettivi: la prima cosa da chiedersi è perché si vuole correre. Le opzioni sono diverse e richiedono strategie differenti. Rimettersi in forma, correre in modo agonistico, usare la  corsa come parte della preparazione atletica per un altro sport, perdere peso, sono tutte possibilità valide che vanno però valutate perché richiedono approcci differenti.
  2. Orari ed alimentazione: meglio non correre la sera tardi perché la produzione di cortisolo causata dall'allenamento potrebbe peggiorare la qualità del sonno. Per il resto si può correre a qualsiasi ora. È importante considerare che la corsa a digiuno può aiutare la lipolisi ma solo se viene svolta a bassa intensità.

    Altrimenti è meglio aver mangiato circa 90’ minuti prima. Si potranno scegliere cereali integrali, frutta, frutta a guscio per avere un pieno di energia. Inizialmente è consigliabile correre per al massimo 20-30 minuti e non affaticarsi troppo. Mano a mano che si migliora si potranno allungare le uscite.
  3. Abbigliamento, attrezzatura e luogo: è essenziale usare un abbigliamento tecnico che unisce un elevato livello di comodità alla traspirazione ottimale che permette di allontanare il sudore dalla pelle e mantenere un comfort termico adeguato.

    Quando si corre in estate è importante utilizzare abiti chiari, pantaloncini corti e leggeri e una maglietta che traspiri per agevolare il trasferimento del sudore dall’epidermide verso l’esterno e favorirne l’evaporazione.

    Mentre in inverno un fattore importante da tenere in considerazione è quello di scegliere un capo che rimanga piuttosto aderente al corpo, in modo da diminuire la quantità di aria tra la pelle e il tessuto.

    L’indumento deve riparare dal vento e isolare dal freddo, ma è importante che abbia anche una buona capacità di trasferire l’umidità all’esterno e mantenga asciutti, inoltre consiglio di coprire le estremità (mani e capo) per avvertire meno il freddo.

    Anche se principianti, è fondamentale iniziare con scarpe di buona qualità, specifiche per la corsa, per il tipo di appoggio (per esempio per i pronatori), tipo di percorsi e peso corporeo. Si può correre ovunque ma andrebbero preferiti luoghi con basso inquinamento e poco traffico in modo da respirare aria pulita e non correre rischi di incidenti.
  4. Consigli psicologici: è molto utile tenere un diario per valutare le sensazioni e i progressi. Questo è necessario anche per capire come aumentare l’intensità degli allenamenti. Monitorare le proprie risposte agli allenamenti permette con il tempo di capire quali sono le attività in cui rendiamo meglio e quelle che ci risultano più difficili.
  5. Come migliorare nel tempo: come per qualsiasi allenamento, per migliorare è necessario aumentare l’intensità progressivamente. Questo può essere fatto correndo più velocemente o cambiando le caratteristiche del percorso inserendo, per esempio, delle salite.

In conclusione è importante capire che per correre bene e non farsi male è necessario seguire alcuni suggerimenti fondamentali. Inizialmente avranno il ruolo di rendere sicuro ed efficace l’avviamento ma poi nel tempo diventeranno i pilastri per ottimizzare la prestazione.

Se vuoi approfondire l’argomento e capire come costruire un programma di allenamento su basi scientifiche, ti consiglio di seguire il mio corso COSTRUISCI IL TUO CORPO.

SCOPRI SUBITO IL CORSO!



 

Lascia un commento