La dieta mediterranea per la salute del cervello… se fatta bene!

23/09/2016

la-dieta-mediterranea-per-la-salute-del-cervello-se-fatta-bene

Uno studio australiano esalta le proprietà benefiche della dieta mediterranea a condizione, però, che sia intesa nel modo giusto.

Sarà capitato anche a te di aver fatto un viaggio all’estero e, dopo un po’,  di aver sentito la mancanza della “cucina di casa”. Dopotutto, noi italiani siamo sempre pronti a esaltare la “nostra” dieta mediterranea. Ma sappiamo esattamente di cosa stiamo parlando?

Molti pensano che seguire la dieta mediterranea significhi mangiare le lasagne al ragù, gli arancini e il millefoglie. Niente di più sbagliato.

Infatti, per dieta mediterranea si deve intendere uno stile alimentare che prevede un notevole consumo di verdura e frutta fresca, legumi, pesce, noci e cereali integrali oltre che la scelta dell’olio di oliva come condimento al posto, per esempio, del burro o di altri oli.

La dieta mediterranea prevede un notevole consumo di  verdura e frutta fresca, legumi, pesce, noci e cereali integrali e predilige l'olio di oliva come condimento

Queste abitudini alimentari hanno degli effetti positivi sul nostro corpo come dimostrato ormai da diverse ricerche. Una delle più recenti è a cura dell’Australia’s Centre for Human Psychopharmacology ed è stata pubblicata su Frontiers in Nutrition. Secondo gli studiosi, la dieta mediterranea sarebbe benefica per la salute sia del cuore che del cervello; in particolare aiuterebbe a prevenire il declino cognitivo e patologie gravi come l’Alzheimer.

Il motivo è semplice, la dieta mediterranea è ricca di alimenti che contribuiscono a ridurre il livello di colesterolo-LDL “cattivo” nel sangue e che, nello specifico, contengono grassi “buoni” come gli omega-3 del pesce azzurro, oltre che vitamine, sali minerali e fibre che hanno una potente azione anti-infiammatoria e antiossidante.

Quindi, dieta mediterranea sì ma nel modo giusto.


Potrebbero interessarti anche