i i i

Nutrizione sportiva, quando prendere gli integratori alimentari

nutrizione-sportiva-quando-prendere-gli-integratori-alimentari

Negli ultimi anni c’è stata una vera e propria esplosione di dati scientifici riguardo la nutrizione negli sportivi. Oggi esiste una consapevolezza profonda che la qualità dell’alimentazione di un atleta fa una grossa differenza non solo nella salute ma anche a livello della prestazione che può essere raggiunto.

In questo contesto si inserisce a pieno titolo l’uso di integratori alimentari che hanno sia una funzione ergogenica, ossia di miglioramento della prestazione che una di agevolare i recuperi e potenziare la salute dello sportivo esposto a carichi di lavoro elevati.

Gli integratori alimentari garantiscono che l’atleta abbia l’apporto necessario di nutrienti per colmare il grande dispendio che gli allenamenti costanti causano.  Gli integratori alimentari agiscono fornendo le sostanze necessarie ad ottimizzare il metabolismo e dunque le funzioni cellulari.

Da queste dipendono le funzioni dei tessuti e da lì degli organi che l’atleta sfrutta in allenamento e in competizione. In particolare nello sportivo gli integratori alimentari sono un tassello importante nel contesto di un programma per migliorare la prestazione ma vanno utilizzati con intelligenza e con l’aiuto di un medico esperto in materia.

Infatti gli integratori vanno scelti in funzione delle caratteristiche dell'atleta e della disciplina sportiva che pratica.

A cosa servono gli integratori alimentari

Quando si parla di integratori alimentari si sarebbe portati a dire che servono solo nei casi in cui c’è una carenza. Ma è proprio così?

Alcuni scienziati ritengono che la nutrizione moderna fornisca dosi insufficienti di nutrienti.

Inoltre, carenze anche lievi possono portare nel tempo ad un peggioramento della salute e ad un’accelerazione dell’invecchiamento.

Questo è vero in particolare per atleti che si espongono a carichi di lavoro importanti e ad una notevole quantità di stress. Nello sportivo gli integratori hanno quindi una doppia funzione: fornire in modo continuativo la giusta quantità di nutrienti per soddisfare le esigenze metaboliche del soggetto e dare aiuto in particolari momenti di stress o di recupero da traumi.

Se vuoi conoscere davvero l'argomento e alzare in modo significativo la qualità della tua prestazione, scopri il corso COSTRUISCI IL TUO CORPO!

Integrazione e sport

L’integrazione alimentare nello sport è diventata una vera e propria scienza, parte del più ampio tema della nutrizione sportiva. Ovviamente esistono approcci molto diversi se si parla di integrazione alimentare per atleti di resistenza (per esempio ciclisti, maratoneti, nuotatori di lunga distanza, alpinisti), di potenza e velocità (atletica, sport di combattimento, giochi come tennis o basket) oppure integrazione alimentare per la palestra in genere finalizzata ad aumentare la massa muscolare e ridurre la quantità di grasso.

In senso lato possiamo dire che in ogni contesto, tramite gli integratori più adatti, si vuole dare una maggiore disponibilità di nutrienti chiave per la specifica funzione metabolica maggiormente sollecitata da quello sport. Vediamo alcuni esempi:

  • Integratori per la resistenza: in questo caso sono due le componenti da assicurare: la fornitura di grassi e quella di zuccheri. Nel primo caso le riserve sono in genere sufficienti. Nel secondo, se lo sport è protratto e ad intensità sostenuta, sono utili integratori come le maltodestrine o altre forme di carboidrati come il vitargo. Utili anche i trigliceridi a catena media (MCT) che danno un rilascio lento e costante di energia.
  • Integratori per la potenza e la velocità: in questo caso il gesto è permesso da un metabolita dello fosfocreatina e l’integratore utile per eccellenza è la creatina. Questa permette di ottimizzare le prestazioni in gesti di potenza e velocità evitando che le esigue scorte di questo metabolita vengano esaurite molto rapidamente.
  • Integratori per la massa: in questo campo sono fondamentali le proteine in particolare quelle del siero del latte, aminoacidi come quelli ramificati e anche integratori di carboidrati in particolare quando non c’è la necessità di ridurre il grasso corporeo. 
  • Integratori per la riduzione del grasso: qui sono spesso usate sostanze come la caffeina, il caffè verde o il tè verde che hanno un’azione di stimolazione sul metabolismo. Può essere utili anche la carnitina che agevola la metabolizzazione dei grassi.

Ovviamente esistono molte altre sostanze che possono essere usate e le suddivisioni non sono così nette nella pratica. Per esempio un ciclista che voglia sviluppare più potenza può usare la creatina così come un giocatore di calcio può avere bisogno anche di zuccheri in caso di partite molto intense.

Dove posso trovare gli integratori?

Gli integratori alimentari non essendo farmaci non hanno delle particolari restrizioni alla vendita. Per questo motivo vengono spesso commercializzati da figure che non hanno un background culturale sufficiente per dare consigli sul loro utilizzo.

Questo accade su internet ma non solo. Per questo conviene sempre avere il parere da parte di un medico esperto in materia e magari rivolgersi ad un farmacista specializzato in integrazione alimentare per sportivi.

Questo permette di ridurre il rischio di commettere grossolani errori ma anche permette di avere garanzie maggiori sulla qualità dei prodotti e sulla specificità di utilizzo nei diversi sport.

Impara ad ottenere il meglio dal tuo corpo in modo sano, impara a coordinare allenamenti e integratori alimentari, fallo con il corso "Costruisci il tuo corpo".

Scopri il corso!



 

Lascia un commento