Omega-3 rallentano l’invecchiamento biologico

06/11/2012

omega-3-rallentano-l-invecchiamento-biologico

Una ricerca della Ohio State University ha dimostrato che gli omega 3 contenuti in pesce azzurro, noci e alcuni oli vegetali contrastano l'invecchiamento biologico rallentando l'accorciamento dei telomeri.

Gli omega-3 contenuti in pesce azzurro, noci e alcuni oli vegetali sono acidi grassi, oltre che prevenire molte malattie sono fondamentali per contrastare l’invecchiamento. In particolare agiscono rallentando un processo chiave: l’accorciamento dei telomeri. Uno studio americano della Ohio State University ha dimostrato che un gruppo di adulti in sovrappeso, ma sani, di mezza età e anziani, hanno tratto beneficio dall’assunzione di omega-3 con una modificazione significativa degli acidi grassi nel sangue e una protezione dei telomeri dei globuli bianchi.

I telomeri sono dei cappucci protettivi che si trovano nei nostri cromosomi e che si accorciano ad ogni divisione cellulare. Quando la lunghezza diventa insufficiente la cellula non può più duplicarsi e arriva alla fine della sua esistenza. Questa ricerca ha messo in evidenza che l’accorciamento dei telomeri e quindi l’invecchiamento cellulare sono meno intensi in chi assume adeguate quantità di omega-3.

Questi acidi grassi polinsaturi, tra l’altro, riducono lo stress ossidativo causato da un eccesso di radicali liberi nel sangue e combattono l’infiammazione, fattori che contribuiscono al danneggiamento della cellula e quindi al suo invecchiamento.

Fonte: Ricerca Ohio State University "Omega-3 supplements may slow a biological effect of aging".


Potrebbero interessarti anche