i i i

Meditazione consapevole, risorsa per vivere a pieno

effetti-positivi-della-meditazione

Sebbene la meditazione faccia parte delle più antiche pratiche religiose e spirituali, mai come oggi se ne avverte il profondo bisogno. Stress, distrazioni continue, insoddisfazione e uno stato di perenne inconsapevolezza rendono per molte persone la vita amara e difficile.

Imparare a meditare significa raggiungere un nuovo livello di consapevolezza nei confronti di se stessi, della vita e degli altri. Meditare non è qualcosa di artificiale, anomalo per il cervello o raggiungibile solo attraverso pratiche spirituali. Si tratta in realtà di una pratica che porta a galla delle proprietà naturali del nostro cervello che, in particolare in questa epoca, sembrano essere scomparse.

Oggi per altro, la scienza ha inequivocabilmente dimostrato i numerosi benefici offerti dalla pratica della meditazione, benefici che si manifestano sia a livello psico-emotivo che organico

Strumenti sempre più sofisticati come la risonanza magnetica funzionale, permettono di “osservare” in modo preciso i cambiamenti indotti dalla meditazione a livello cerebrale e di cogliere fenomeni di adattamento e di miglioramento della comunicazione tra neuroni che corrispondono ad una maggiore capacità funzionale del cervello stesso.

Mindfulness ovvero la meditazione consapevole

Esistono numerosi approcci alla meditazione che traggono origine da diverse tradizioni spirituali, religiose e filosofiche. Pur avendo differenze profonde a livello della pratica, le diverse tecniche di meditazione portano sostanzialmente tutte agli stessi risultati, magari percorrendo strade leggermente diverse.

Una tipologia di meditazione molto studiata in termini scientifici è la cosiddetta mindfulness, ossia la meditazione sulla consapevolezza. Si tratta di un metodo messo a punto e reso noto da un ricercatore, Jon Kabat Zinn, che si concentra sull’accentuare la consapevolezza come strumento per aumentare la potenza dell’esperienza di vita, per imparare a vivere a pieno. La pratica della mindfulness cambia l’assetto interiore e permette di percepire in modo meno amaro le sfide della vita.

Si tratta di imparare gestire la propria concentrazione mentale e a focalizzarla su singoli punti della propria esperienza vitale, spegnendo il rumore di fondo e concentrandosi sul momento presente. Lo stato mentale permette di riconoscere il proprio stato, le proprie sensazioni ed emozioni, senza giudicare, come se si diventasse degli osservatori esterni.

Le ricerche indicano che ci sono molti benefici raggiungibili attraverso una pratica regolare della meditazione:

  1. Riduzione dello stress e dell’ansia
  2. Raggiungimento di uno stato emotivo più positivo
  3. Potenziamento del sistema immunitario con riduzione del rischio di numerose patologie
  4. Aumento della concentrazione
  5. Migliori rapporti interpersonali
  6. Migliore qualità del sonno

Sono disponibili anche su web molte meditazioni guidate che ti possono aiutare ad iniziare facilmente e alcuni corsi completi in cui vengono spiegati i dettagli some come ottenere il massimo dalla tua pratica. In alcune tradizioni la meditazione viene usata per attivare i 7 chakra che rappresentano i principali centri dell’energia vitale di un essere umano. Ma in generale, qualsiasi pratica meditativa porta a migliorare la qualità delle proprie giornate e, da lì, la qualità della vita in modo complessivo.

Le tecniche di meditazione più conosciute

Praticare la meditazione è più semplice di quello che si pensa. In fondo si tratta di un allenamento e come tale ci vuole tempo e costanza per migliorare. I risultati avvengono praticando tutti i giorni per almeno 15-20 minuti al giorno. Per iniziare sarà sufficiente seguire una semplice procedura:

  1. Definisci un orario regolare in cui meditare. Può essere la prima cosa che fai quando ti svegli o l’ultima prima di andare a dormire. Ancora meglio se la ripeti due volte al giorno.
  2. Inizia con solo qualche minuto e passa poi a 5, 10, 15, 20 minuti con gradualità ma senza lasciar passare troppo tempo.
  3. Scegli un posto che ti piace e che ti rilassa e una posizione che ti è consona. Non devi essere scomodo o sentire dolore (per molti le posizioni tradizionali come quella del loto sono impossibili da tenere) ma nemmeno troppo comodo perché rischi di addormentarti. Puoi sederti con la schiena diritta sul bordo di una sedia o scegliere uno dei tanti sgabelli specifici da meditazione e sederti con le gambe incrociate in avanti oppure in ginocchio con le gambe piegate indietro.
  4. Chiudi gli occhi e concentrati sul tuo respiro. Non devi forzare se non concentrandoti sull’inspirare con il naso ed espirare con la bocca, cercando di usare l’addome e non il torace e allungando leggermente l’espirazione rispetto all’inspirazione. Non devi fare alcuno sforzo. Sii dolce con te stesso.
  5. Non preoccuparti delle distrazioni e dei pensieri. Sono inevitabili in particolare all’inizio. Quando ti accorgi che stai pensando a qualcosa, prova delicatamente a lasciare andare il pensiero e a riportare l’attenzione sul respiro. La perdita di concentrazione e il ritorno alla concentrazione sono parte dell’allenamento che la meditazione svolge sul cervello.
  6. Non ti giudicare, non ti arrabbiare se non ti riesce tutto perfetto. Goditi l’esperienza come un momento con te stesso. Con il tempo tutto diventerà più profondo, intimo e piacevole.

Gli effetti benefici della meditazione vengono accentuate se cerchi di evocare alcune emozioni che hanno proprietà benefiche per mente e corpo. In particolare, ci sono tre emozioni fondamentali che aiutano lo sviluppo della consapevolezza:

  • Accettazione: percepire che alcune cose possiamo cambiarle e altre no
  • Gratitudine: percepire gratitudine per la vita stessa e ciò che ci regala
  • Perdono: sapere superare i conflitti e non portarsi dietro il peso della rabbia

Per potenziare ulteriormente gli effetti della meditazione è molto utile in parallelo scrivere nel diario le proprie riflessioni soffermandosi su questi stati emotivi.

La meditazione rappresenta una pratica potente per ristrutturare in meglio la nostra vita interiore.

Bastano pochi minuti al giorno e con il tempo la nostra mente inizierà a trasformarsi. Infatti il cambio di onde cerebrali indotto dalle sedute di meditazione, nel tempo da vita ad un nuovo stato mentale che si manifesterà nella vita quotidiana, al di fuori dei singoli momenti di pratica.

Imparare a meditare non è mai stato così semplice e scientifico con il corso "Impara a meditare".

Scopri il corso!

 



 

Lascia un commento