i i i

Le scelte fondamentali per condurre una vita sana

le-scelte-fondamentali-per-condurre-una-vita-sana

Cosa vuol dire per te una vita sana? Immagino che la prima risposta che ti è venuta in mente sia una vita priva di malattie, senza dolore e senza sofferenza.

É normale che sia così ma se ci rifletti bene la salute è qualcosa di molto più complesso della semplice assenza di malattia.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) già nel 1948 definì la salute come uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non come la mera assenza di malattia o disabilità.

La salute non è quindi un obiettivo fine a se stesso ma piuttosto un mezzo grazie al quale possiamo vivere una vita più ricca e più piena.

La salute è una risorsa, non una condizione da conquistare ma un concetto positivo che rende più facile, bella e completa la vita

A conferma di quanto la salute sia complessa e dipenda da molteplici fattori ci sono i risultati del famoso Study of Adult Development, uno studio che dura ormai da circa 80 anni e che ha confermato che la qualità delle relazioni affettive è uno dei fattori che incide maggiormente sulla salute e sulla qualità della vita in generale.

Cosa contribuisce a una buona salute

Ma se la salute non è un obiettivo ma un mezzo, uno strumento per vivere una vita straordinaria, non dobbiamo dimenticarci di cosa indice su di essa.

La ricerca ha oggi chiaramente indicato come lo stile di vita che adottiamo, ossia le scelte quotidiane che compiamo, abbiano un ruolo fondamentale nel promuovere la salute o favorire lo sviluppo di una lunga serie di malattie.

Infarto, tumori, ictus, ipertensione, diabete e malattie neurodegenerative, sono tutti esempi di patologie che hanno connessioni forti con il nostro approccio alla vita, inteso sia sul piano fisico che psichico ed emotivo.

Il rischio di sviluppare queste patologie non aumenta solo con il passare degli anni ma anche, o forse meglio dire soprattutto, con la bassa qualità degli anni che passano.

Più la persona rimane vittima di abitudini errate e più crescerà il rischio di sviluppare patologie e ridurre la durata della vita.

Allora quali sono le variabili su cui puntare per vivere una vita non solo sana ma straordinaria, ricca e piena di opportunità?

Una sana alimentazione

Fin da tempi antichi l’uomo ha intuito che il cibo può avere un ruolo fondamentale nel rafforzare l’organismo.

Con lo sviluppo della civiltà è emersa un problema inesistente nel passato.

Gli alimenti moderni e industriali sono diventati fonte di malattie e sofferenza in quanto generano delle vere e proprie dipendenze e non permettono di tenere sotto controllo la quantità ingerite.

A causa della dilagante presenza di alimenti resi irresistibili grazie a precise miscele di zuccheri e grassi o grassi e sale, la percentuale di persone sovrappeso e obese è incredibilmente elevata.

Queste persone sono a rischio di sviluppare molte altre problematiche tra cui quelle cardiovascolari.

Fare attività fisica costante

La storia dell’uomo è fatta di fatica e lavoro fisico ma oggi la vita di ognuno di noi è per lo più sedentaria.

La pratica dello sport per quanto diffusa non è sufficiente a sostituire l’uso costante del corpo di cui noi esseri umani abbiamo bisogno per rimanere sani.

Anzi, proprio perché nel nostro lungo viaggio evolutivo la possibilità di essere sedentari era pressoché assente, noi abbiamo sviluppato dei tratti comportamentali che enfatizzano la pigrizia e il non fare nulla.

Un tempo questo garantiva che le rare volte che potevamo sceglierlo, decidessimo di fermarci e recuperare.

Oggi questi comportamenti rimangono prevalenti ma la nostra libertà di scelta è pressoché totale e così in moltissimi decidono di condurre vite totalmente sedentarie.

L’attività fisica, come l’alimentazione, è fondamentale per mantenere il corpo e la mente non solo sani ma soprattutto forti e attivi.

Evitare gli eccessi e i vizi

Evitare tabacco, eccessi di alcol: il fumo e l’abuso di alcolici sono due comportamenti dall’impatto devastante sulla salute.

Molto spesso queste due pessime abitudini si associano nella stessa persona aumentando nettamente il rischio di sviluppare molte malattie tra cui quelle cardiocircolatorie e numerosi tumori.

Sebbene gli effetti deleteri di fumo e alcol siano noti da decadi, molte persone continuano a fumare e bere e soprattutto ogni anno moltissimi giovani diventano dipendenti da queste sostanze.

Una delle ragioni principali per cui questo accade è legata ad una cattiva gestione dello stress quotidiano, delle tensioni personali, affettive e lavorative e all’illusione che una sigaretta e un bicchiere di alcol possano rappresentare un compenso, un momento di relax in un mare di caos.

Il lavoro evidentemente va fatto a monte, imparando a gestire meglio gli agenti stressanti e non sentendo la necessità di ricorrere a compensi.

Evitare comportamenti compulsivi

Esistono molti altri comportamenti compulsivi dannosi ed errati che noi esseri umani adottiamo nel tentativo di percepire un momentaneo benessere.

Droghe, gioco d’azzardo, videogiochi, pornografia, cibo spazzatura sono solo alcuni esempi di comportamenti che facciamo difficoltà a controllare e che ci danneggiano.

Anche in questi casi il problema va risolto a monte, riducendo il senso di necessità e trovando soddisfazione nei cambiamenti che riusciamo a introdurre, grazie a comportamenti più lineari che ci fanno riscoprire le cose belle della vita.

Godersi le relazioni sociali, incrementandole

La qualità delle relazioni affettive è direttamente correlata alla qualità e alla durata della vita.

Più soddisfacenti sono le nostre relazioni e più sani e felici siamo.

La solitudine e la sensazione di isolamente fa male quanto il fumo e l’abuso di alcol e quindi dovremmo sforzarci di uscire da queste condizioni e di stabilire relazioni personali forti e basate sulla fiducia. La fiducia è infatti un potente antidoto contro lo stress.

Viveri sani e a lungo è questione di scelte

Decidere di cambiare e di migliorare la propria salute è una buona occasione per imprimere una vera e propria svolta alla propria vita.

La chiave è risvegliare la consapevolezza e riprendere il controllo delle proprie scelte senza attendere che sia la paura suscitata dalla diagnosi di una malattia a farci cambiare comportamento.

Dobbiamo giocare di anticipo, agire prima che sia veramente inevitabile e imparare a gestire le variabili fondamentali per potenziare la salute.

La posta in gioco è una vita straordinaria, ricca, bella e piena di soddisfazioni. Gli strumenti non sono poi molti e impararli non è così difficile. Una volta acquisiti avrai delle armi potenti a tua disposizione per proteggere il tuo corpo, la tua mente e in generale la tua vita.

Scegli una vita più lunga e più sana!



 

Lascia un commento