Le migliori vitamine per capelli

L'aspetto e la salute dei capelli possono essere influenzati facilmente dallo stile di vita e dalla cura che si presta agli stessi. I capelli sono spesso soggetti a cadute stagionali, temporanee, oppure al diradamento di tipo genetico, molto più pronunciato negli uomini fino a portare alla calvizie. Prima di parlare di vitamine e minerali cerchiamo di capire il ciclo di vita del capello.

I capelli crescono a partire dal follicolo, una sorta di radice situata sotto la pelle. Come tutti gli organi e i tessuti, anche i capelli traggono sostentamento dal sangue, per cui gran parte della loro salute dipende da questo approvvigionamento. 

Durante un ciclo di vita il capello conosce 4 fasi prima della caduta:

  • anagen (vera e propria fase di crescita che dura anni, più breve in chi è affetto da calvizie).
  • catagen (fase involutiva, il capello smette di crescere, in realtà si sta preparando per far riposare il follicolo).
  • telogen (fase nella quale il capello rimane ancorato al follicolo, può durare anche mesi, è debole e appare non vitale, come in fase di riposo).
  • exogen (in realtà la fase finale del telogen nella quale il capello si distacco dal follicolo, seguita dalla teloptosi cioè il distacco vero e proprio e la perdita definitiva).

Cosa fa male alla salute e all'aspetto dei capelli

I capelli risentono molto dello stress, dato che la crescita del capello è interessata dagli ormoni, in particolare dal testosterone. Ma va tenuto conto anche dei fattori ambientali e di quelli genetici, in particolare per condizioni come l'aga (alopecia androgenetica) che riguarda principalmente gli uomini. Le donne tendono a soffrire più di effluvi stagionali o episodici, cioè perdite abbondanti ma estemporanee che dipendono da diversi fattori, non ultimi le carenze vitaminiche e di minerali.

  • Il capello può soffrire per eccessivi lavaggi con shampoo troppo aggressivi. In genere ci si regola con il tempo, ma bisogna prestare attenzione alla composizione dei prodotti. Anche l'uso intensivo della piastra per allisciarli può influire.
  • Fumare fa male al sistema cardiovascolare, ai polmoni, al fegato, alla pelle e anche ai capelli. Degli studi confermano che il vizio del fumo accelera la caduta dei capelli e la comparsa dei capelli bianchi (incanutimento).
  • Una dieta disordinata a base di cibo spazzatura, alimenti industriali preparati e confezionati che di solito si trovano al supermercato e che non sono affatto sani se consumati regolarmente. 
  • Uno stile di vita poco orientato al benessere include anche l'assenza di movimento fisico, che aiuta la circolazione e migliora l'ossigenazione delle cellule.
  • Lo stress cronico è considerato un fattore scatenante della perdita dei capelli a causa dell'azione dei radicali liberi, poco teneri nei confronti dei tessuti come la pelle e il cuoio capelluto.
  • Poche ore di sonno o sonno disturbato. Dormire bene e a lungo, o almeno 7/8 ore a notte, è fondamentale per stare bene. Durante il sonno l'organismo si ricarica e mette in moto i processi riparatori all'interno delle cellule. Un indice di scarso riposo può essere la fatica e la sonnolenza durante il giorno. Poco sonno e stress sono correlati.
  • Carenza di nutrienti fondamentali come il ferro, vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina D.

Le vitamine che fanno bene ai capelli

Come anticipato, le vitamine sono molto importanti per la salute dei capelli. L'aspetto dei capelli, la loro densità e dimensione possono facilmente dirci se siamo di fronte a un individuo con carenze nutrizionali (fonte).

Il ferro è un minerale essenziale che ha diverse funzioni nel nostro organismo. Lo si trova in abbondanza per il semplice motivo che è un elemento molto presente nell'universo. Nel nostro corpo trasporta l'ossigeno verso le cellule per cui è inserito all'interno di funzioni essenziali. La deficienza da ferro chiamata anche anemia è molto ben studiata nella letteratura scientifica, oltre ai problemi ben noti di stanchezza comporta anche la perdita prematura dei capelli. Più studi hanno indicato che una integrazione a base di ferro in età adulta favorisce la ricrescita e la salute dei capelli. Il ferro si trova nelle carni rosse, nel pesce, nelle uova e nei legumi. 

Lo zinco è un altro minerale fondamentale, la cui importanza è stata vieppiù ribadita nel corso degli ultimi anni per la salute della pelle e dei capelli. La perdita dei capelli può essere ascritta a carenza di zinco, ma sono necessari degli esami per confermarlo.

La vitamina C ha un forte potere anti-ossidante per cui interviene in tutti quei meccanismi di risposta allo stress che provoca un indebolimento del sistema immunitario. La Vitamina C è legata anche all'assorbimento del ferro, minerale fondamentale per la salute dei capelli. È essenziale nella produzione del collagene. È contenuta in grande quantità negli agrumi, nelle fragole, nel peperoncino.

Si pensa che molte persone soffrano di carenza di vitamina D, che si può assorbire solo dalla luce solare. La carenza provoca irritabilità, stanchezza, aumenta i livelli di stress ed è legata a forme di alopecia. Alcuni studi hanno dimostrato che la vitamina D può comportare la crescita di nuovi follicoli, favorendo quindi la nascita di nuovi capelli.

La Vitamina E ha un forte potere anti-ossidante per cui è un'arma contro lo stress provocato dall'azione dei radicali liberi. La vitamina E si trova nella frutta secca nella verdure, negli oli vegetali. Fa molto bene alla pelle e per questo motivo è consigliata nei trattamenti dermatologici, affini a quelli relativi ai capelli. 

Biotina e vitamine del gruppo B sono essenziali per la salute dei capelli. A livello di integrazione alimentare, la biotina (conosciuta anche come H, B7, B8) è considerata il rimedio elettivo per rinforzare i capelli, favorire la crescita che si riverbera sugli altri tessuti (ad esempio: le unghie crescono più forti e più velocemente integrando la biotina). In genere è presente nella composizione dei multivitaminici, ma può essere prescritta a dosaggi più importanti in caso di forte caduta.

La vitamina A facilita la produzione del sebo, il grasso prodotto dalla pelle che aiuta a mantenere idratata la pelle. Il sebo in eccesso invece può determinare l'occlusione dei pori dando luogo a seborrea, che in genere si manifesta con l'eccesso di forfora. Questa vitamina si trova facilmente negli alimenti e non è quasi mai oggetto di carenza. La carenza può provocare fenomeni di disidratazione. Non bisogna comunque eccedere nel consumo, proprio perché è presente in un normale regime alimentare.

La perdita può essere stagionale, temporanea, o legata alla genetica, ma come in altri casi, puoi imparare a prenderti cura dei tuoi capelli, potenziando la tua salute con dei comportamenti adeguati.

Un regime alimentare scorretto, sbilanciato verso gli zuccheri e i grassi, può determinare varie carenze. La giusta ripartizione dei macronutrienti può aiutare a tenere sani i capelli, così come avere uno stile di vita appropriato.

Puoi avere una panoramica completa sul ruolo degli integratori guardando il video corso Scopri i nutraceutici, che ti spiega un po' tutto anche sui fitonutrienti naturali che puoi utilizzare.

>> GUARDA GRATIS IL VIDEO CORSO

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2008, autore di 11 libri (Bestseller), ideatore del Metodo Ongaro® per l'alta prestazione e la crescita personale.

Lascia un tuo commento