i i i

Guida completa agli integratori

integratori-alimentari-A-Z-1

Scoprite un primo elenco di alcuni fitoterapici e di nutrienti utili da usare come integratori alimentari, sempre sotto controllo medico.

Spesso gli alimenti con consumiamo non ci permettono di assumere livelli ottimali di nutrienti necessari all’organismo. Ecco quindi che entrano in gioco gli integratori alimentari (detti anche supplementi o nutraceutici): dalla A di acetil carnitina alla Z di zenzero, sono una serie di sostanze naturali e nutraceutici da assumere sotto controllo medico. Incominciamo con il primo gruppo di 13.

1. Acetil carnitina: è un aminoacido necessario per trasportare acidi grassi all’interno dei mitocondri dove vengono utilizzati per produrre energia. Può essere utile alle persone affette da diabete e a chi ha bisogno di ottimizzare il proprio metabolismo energetico.

2. Acido alfalipoico: è un potente antiossidante utile per ridurre lo stress ossidativo soprattutto perché fa da “assistente” al betacarotene (precursore della vitamina A), alla vitamina C e alla vitamina E nella loro azione antiossidante. Inoltre, è in grado di intervenire contro il processo di glicazione, la reazione chimica per cui gli zuccheri liberi nel sangue si legano alle proteine, con effetti positivi nei diabetici. Inoltre può contribuire ad un generale rallentamento dell’invecchiamento cutaneo.

3. Ashwagandha: è nota anche come ginseng indiano e fa parte della famiglia delle erbe adattogene, cioè capaci di aiutare l’organismo ad adattarsi agli stimoli ambientali; è un valido aiuto per sostenere lo stress ma non ha azione eccitante, anzi facilita il sonno e aiuta a ridurre il cortisolo, uno degli ormoni coinvolti nella risposta da stress.

4. Boswellia: l’estratto di questa pianta africana agisce come potente antinfiammatorio poiché è in grado di bloccare la lipossigenasi, cioè l’enzima che produce i leucotrieni, molecole che contribuiscono ai processi infiammatori. La boswellia ha un’azione particolarmente selettiva sull’apparato muscolo-scheletrico.

5. Bromelina: è un enzima proteolitico (cioè una proteina in grado di degradare altre proteine in aminoacidi) che viene estratto dal gambo e dal fusto acerbo dell’ananas. Ha proprietà antinfiammatorie ed è utile soprattutto per l’apparato muscolo-scheletrico.

6. Cacao: è un potente polifenolo antiossidante e cardioprotettivo. Questi benefici si possono riscontrare non solo nel cacao puro ma anche nel cioccolato extrafondente al 99% che contiene la feniletilamina, una sostanza associata alle sensazioni di piacere. Come è noto può non andare bene a chi soffre di mal di testa.

7. Cannella: ha importanti proprietà di regolarizzazione della glicemia, in particolare nei soggetti affetti da insulino-resistenza.

8. Capsaicina: è una sostanza che viene estratta dal peperoncino di Cayenna per essere usata come terapia naturale per abbassare il colesterolo e la pressione arteriosa ma ha anche proprietà analgesiche utili in caso di artrite e dolori articolari.

9. Coenzima Q10: è una sostanza necessaria per il metabolismo energetico nei mitocondri e ha anche funzione antiossidante. I pazienti che assumono statine (farmaci per abbassare il colesterolo) devono usare un integratore di Q10 perché la produzione di questo coenzima nell’organismo viene inibita dalle statine stesse. Questo meccanismo è alla base di alcuni effetti collaterali di questi farmaci tra cui la stanchezza e il dolore muscolare.

10. Curcuma: è una delle spezie contenute nel curry; è conosciuta per essere un potente antinfiammatorio e per le sue proprietà antiossidanti. Per favorirne l’assorbimento bisogna associarla al pepe nero.

11. D-Vitamina: la vitamina D è in realtà un ormone che agisce legandosi ad un recettore cellulare detto VDR che è presente in tutte le nostre cellule. Oltre all’azione a livello osseo, la vitamina D ha numerose azioni preventive che includono la stimolazione del sistema immunitario, azioni protettive sulle arterie, un controllo del ciclo cellulare che si traduce in un’azione di prevenzione sui tumori. Viene prodotto con l’esposizione solare che dovrebbe essere di circa 20 minuti al giorno, senza crema solare, nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio. La carenza di vitamina D è molto diffuso e in molti casi è necessaria un’integrazione.

12. Ginkgo biloba: gli estratti del gingko contengono flavonoidi e terpenoidi; grazie a queste sostanze il ginkgo biloba è noto per le sue qualità neuro-protettive e di potenziamento della memoria e per l’azione antiossidante contro i radicali liberi.

13. Ginseng: come l’ashwagandha, è un’erba adattogena con forti proprietà antistress e rinvigorenti. Inoltre alcuni dati indicano che il ginseng potrebbe aiutare a regolare l’insulina e la glicemia.

14. Liquirizia: è nota fin dall’antichità per le sue proprietà antinfiammatorie e antistress. Inoltre è protettiva per la mucosa gastrica. Occorre prestare attenzione al suo effetto di ritenzione idrica e di aumento della pressione. Meglio scegliere la versione deglicerizzata che non ha alcuna azione sulle pressione arteriosa.

15. Melagrana: contiene una classe di fitonutrienti detti punicalagine con una forte azione antiossidante.

16. N-acetilcisteina: è una molecola ricca di zolfo che serve a formare il glutatione, indispensabile per i processi di detossificazione del fegato e con una forte azione antiossidante. È anche un noto mucolitico.

17. Pro e prebiotici: i probiotici o fermenti lattici sono fondamentali per la salute del sistema gastrointestinale e per rafforzare il sistema immunitario. I prebiotici sono oligosaccaridi che fungono da principale nutrimento per la flora batterica stessa.

18. Omega-3: fanno parte degli acidi grassi polinsaturi e hanno numerose proprietà benefiche, tra cui una potente azione antinfiammatoria benefica per arterie, neuroni, articolazioni e cute. Sono molecole con azioni protettive molto ampie e molto studiate.

19. Quercitina: è un bioflavonoide contenuto in cipolle, aglio e nella buccia di numerosi frutti con proprietà antinfiammatorie, antistaminiche e antiossidanti.

20. Semi di fieno greco: sono noti soprattutto per la loro spiccata azione di regolarizzazione della glicemia e del colesterolo.

21. Silimarina: è una miscela di tre sostanze (silibina, silicristina e silidianina) contenuta nel cardo mariano. La silimarina è un efficace epatoprotettore in quanto favorisce i processi di detossificazione e la sintesi di glutatione, il principale antiossidante epatico.

22. Rodiola rosea: è una potente erba adattogena in grado di aiutare nelle condizioni di stress psico-fisico dando energia senza generare tensione o agitazione.

23. Tè verde: sia bevuto che assunto come integratore, il tè verde contiene elevate concentrazioni di catechine e in particolare di epigallo-catechina-3-gallate. Queste sostanze sono potenti antiossidanti ma aiutano anche la detossificazione epatica e hanno azioni protettive nei confronti dei tumori.

24. Vitamine: intervengono come co-fattori in centinaia di reazioni biochimiche nel nostro organismo. Nella numerosa famiglia delle vitamine alcune sono antiossidanti (vitamina A, C, E), altre sono co-fattori nel metabolismo (gruppo B) mentre altre ancora servono come anti-tumorali e per la salute delle ossa (vitamina D). A proposito della vitamina D è sempre bene ricordarsi che viene prodotta con l’esposizione alla luce solare.

25. Zenzero: è una spezia con molte azioni biologiche, tra cui la riduzione del colesterolo e la modulazione dei processi infiammatori. Ha anche forti proprietà antiemetiche, è in grado, cioè, di ridurre gli stati di nausea e vomito.

Impara a inserire gli integratori alimentari in un'alimentazione sana, fallo in modo semplice e scientifico, fallo con il corso "Nutrizione potenziativa"!

Scopri il corso "Nutrizione potenziativa"!

 



 

Lascia un commento