i i i

Come fai a capire se ti stai allenando bene?

come-capire-ti-stai-allenando-bene

Non è così semplice e banale capire se ti stai allenando bene, ma questi 5 indicatori possono certamente aiutarti. 

Intanto vorrei cominciare facendo una distinzione tra attività fisica e allenamento. L'attività fisica è qualcosa di non pianificato sostanzialmente: "oggi c'è il sole vado a fare un giro in bici o vado a fare una corsa al parco”. L'allenamento vuol dire fare un'attività fisica dosata per durata, per intensità, per frequenza, che porta ad un obiettivo desiderato.

Il punto da cui partire è capire se il piano di allenamento è stato finalizzato per raggiungere i tuoi obiettivi. E già qua ti garantisco che merita un approfondimento perché a volte si scopre, andando più nel dettaglio, che quel piano d'allenamento favoloso che ti hanno proposto non è però il più adatto per raggiungere quell’obiettivo, che è prioritario per te.

Detto questo c'è anche un altro aspetto, come faccio ad avere quel feedback, quell'insieme di segnali che mi permettono di capire che il mio corpo si sta adattando positivamente a questa forma di allenamento, e se sto andando effettivamente verso i risultati voluti.

Un buon trainer dovrebbe essere in grado di monitorare l'allenamento tappa per tappa e adattarlo in funzione delle risposte che osserva tramite dei test funzionali. Non molto frequentemente questo viene fatto, in particolare se non si è degli atleti agonisti che lavorano con una squadra e che hanno quindi anche i mezzi a disposizione per fare questi test. 

Io voglio darti invece cinque indicatori generali che non sono dipendenti dalla tipologia di attività fisica che fai e quindi che non sono così precisi da sostituire dei test funzionali, ma che ti possono aiutare però a capire se la direzione in cui stai andando è quella giusta, se stai rischiando di andare in sovrallenamento perché i carichi sono eccessivi, o magari invece se ti stai allenando semplicemente troppo poco perché i carichi non sono sufficienti.

  1. Aumento della forza

    Non è necessario che questa forza si traduca in un gesto specifico, se si traduce in un gesto specifico e l'hai misurato tanto meglio, ma io parlo qui di sensazione, di indicatori proprio tuoi personali. Man mano che ti alleni ti devi sentire più forte. Se dopo 3-4 mesi che ti alleni non senti alcun cambiamento, addirittura ti senti più debole e hai la sensazione di fare più fatica a fare determinate cose, indubbiamente c'è qualcosa che non va.
  2. Aumento della resistenza

    Qualsiasi sia lo sport che fai il risultato finale non può essere né che sei più debole né che hai meno resistenza di prima.
  3. Miglioramento dell'umore

    Se ti senti più negativo, più pessimista, più stanco mentalmente, meno reattivo al mattino, più irascibile, più irritabile, lì c'è qualcosa che non va. Il tono dell'umore è un qualcosa che in un allenamento ben pianificato tende ad aumentare e tende ad essere mantenuto alto se l'esposizione a questo allenamento è alla dose corretta.
  4. Ammalarsi di meno

    Ti dovresti ammalare di meno, ovviamente parlo in particolare di malattie banali di tipo infettivo, dall'influenza al raffreddore, ma dovresti accorgerti che le tue sintomatologie sono effettivamente minori. Cosa vuol dire questo? Tradotto in termini più scientifici significa che il tuo sistema immunitario si sta rafforzando. Ora  il sistema immunitario è una delle cose più importanti per la nostra salute a 360° e devo dire è una delle cose più sollecitate dall'allenamento fisico tant'è che uno dei fenomeni molto classici nel sovrallenamento è proprio un'immunodepressione. Quindi l'atleta a volte si accorge di essersi allenato troppo proprio dal fatto che inizia ad ammalarsi di più di quello che accadeva prima. 
  5. Dormire meglio

    Se il livello di affaticamento del tuo corpo è giusto, dovresti dormire come un sasso, né troppo né troppo poco, perché semplicemente il tuo corpo va alla ricerca di quel recupero di cui ha bisogno. Se invece non ti svegli mai al mattino o non ti viene da addormentarti la sera perché sei troppo nervoso, ci sono alcuni aspetti dell'allenamento che forse vanno ritarati.

L'allenamento fisico è qualcosa, di diverso dell'attività fisica, richiede in primis un tuo diverso atteggiamento.
Al di là del piano che ti verrà proposto o che ti creerai, al di là del tipo di sport in cui sei impegnato, il primo punto che deve essere diverso da chi semplicemente fa attività fisica è che chi si allena ha le idee chiare su che cosa sta cercando e su quali sensazioni e indicatori utilizzare per capire se sta percorrendo la strada giusta.

Questi cinque punti sono i più semplici diciamo da utilizzare per conto tuo, ma l'invito che ti faccio è di fare dei test più sofisticati.

È il momento giusto per dare un vero e proprio boost al tuo approccio allo sport! Non perdere altro tempo e impara ad allenarti seguendo le regole scientifiche, segui il corso "Costruisci il tuo corpo".

Scopri il corso!



 

Lascia un commento