i i i

Bacche di Goji e bacche di Acai, le nostre alleate anti-invecchiamento

bacche-goji-acai

Scoprite le proprietà antiossidanti delle bacche di Goji e delle bacche di Acai.

Rughe, macchie scure, perdita di elasticità: con questi e altri segnali la pelle è il primo importante indicatore del livello di stress ossidativo dell’organismo.

La sovrapproduzione di radicali liberi può essere contrastata grazie a uno stile di vita sano: smettere con il fumo e l’alcol, evitare gli alimenti ricchi di grassi e zuccheri e svolgere regolarmente dell’attività fisica costituiscono le basi fondamentali per rallentare l’invecchiamento cellulare. Un aiuto ulteriore, inoltre, arriva anche da particolari cibi ad alta capacità antiossidante calcolata con l’unità di misura ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity). Tra gli alimenti con valori più elevati di ORAC emergono le bacche di Goji e le bacche di Acai.

Le bacche di Goji sono da pochi anni approdate sul mercato italiano ma in realtà sono coltivate fin dall’antichità nelle lontane regioni alle pendici dell’Himalaya. Queste piccole bacche rosse, simili per forma e sapore all’uvetta, si contraddistinguono per il loro notevole potere antiossidante ORAC di 25.300. Inoltre, contengono in buone quantità anche calcio, potassio, ferro, zinco, selenio, betacarotene e vitamina C.

Come le bacche di Goji, anche le bacche di Acai stanno riscuotendo sempre più successo. Queste bacche, simili a dei grossi acini di uva nera, sono i frutti di una pianta arborea che cresce nelle foreste dell’Amazzonia. Il potere antiossidante delle bacche di Acai risiede nel loro contenuto di ORAC di 18.400 e nella loro capacità di inibire alcuni enzimi (ciclo ossigenasi 1 e 2) che sono responsabili dei processi antinfiammatori.

Vuoi imparare a sfruttare meglio le proprietà degli alimenti?  Scopri come farlo in modo scientifico Sì, lo voglio  <https://www.filippo-ongaro.com/video-corso-nutrizione-potenziativa>

CONDIVIDI

Lascia un commento