i i i

Alimenti che danno energia

alimenti-che-danno-energia

A tutti capitano quelle giornate in cui non si riesce proprio a ingranare. Complice una vita sempre più frenetica, le nostre energie sono spesso al limite e può succedere addirittura che manchino del tutto.

Finiamo così per trascinarci tutto il giorno senza concludere nulla, oppure conduciamo gli impegni quotidiani talmente a rilento che il tempo trascorso in più per portare a termine i vari compiti ci allontana ulteriormente dal momento in cui finalmente riusciremo a recuperare e riposarci.

Momenti lavorativi particolarmente stressanti, riposo insufficiente o difese immunitarie basse possono farci sentire affaticati.

In questo stato rischiamo di non raggiungere i nostri obiettivi e sentirci frustrati e disconnessi, come se fossimo costantemente alla rincorsa di uno stato di maggior lucidità e produttività.

Periodi particolarmente lunghi di spossatezza devono far risuonare un campanello d’allarme e convincerci ad effettuare una visita medica per capire se qualcosa non va o se semplicemente abbiamo bisogno di una marcia in più.

Nel caso in cui invece si tratti di brevi parentesi, l’alimentazione può venirci in aiuto per uscirne il più velocemente possibile.

Supera la fatica è il corso che ti aiuta ad avere sempre energia disponibile. 

SCOPRILO ORA!

Per l'energia  a breve termine...

Alcuni cibi possono servirci nell’immediato come un boost energizzante: si tratta di soluzioni temporanee che però possiamo utilizzare per far fronte alla stanchezza in momenti topici.

Il più conosciuto è il caffè, che solitamente assumiamo per “darci la carica” anche per cultura comune. Agisce sul sistema nervoso grazie al contenuto di caffeina, una sostanza alcaloide capace di attivare in poco tempo il sistema nervoso e darci quindi una scossa di energia.

Ci sono altri cibi che contengono caffeina in diverse concentrazioni e che vengono definiti nervini. I meccanismi con cui agiscono li rendono simili al caffè ma con un effetto modulato dalla presenza di altre sostanze. Questi alimenti agiscono come tonici e corroboranti del corpo:

The: l’abbinamento di l-teanina e caffeina stimola il sistema nervoso centrale, ma il contenuto in polifenoli ne rallenta l’assorbimento, determinando un effetto più lento e duraturo.

Cacao: contiene flavanoli, le cui proprietà antiossidanti sono potenziate dalla presenza di teobromina e caffeina. Queste ultime due componenti hanno effetto sulle funzioni cognitive. 

Guaranà: quella che viene chiamata guaranina è fondamentalmente identica alla caffeina, ma gli effetti sono più persistenti rispetto a quelli del caffè per via del contenuto lipidico che ne rallenta l’assorbimento.

Yerba mate: si tratta di un’erba da infuso simile al the, tipica delle regioni sudamericane. Contiene caffeina, teobromina e teofillina oltre a numerosi polifenoli con attività antiossidante.

L’uso di questi alimenti e bevande energizzanti è però da tenere sotto controllo. I quantitativi assunti e il loro utilizzo giornaliero devono essere dosati per non creare una sorta di dipendenza del corpo dalla loro azione.

L’ideale sarebbe farne uso soltanto nel momento di necessità, una sorta di pronto intervento di “risveglio ed energia”.

... e gli alimenti per l'energia a lungo termine

Per mantenere invece il nostro livello di energia costante durante la giornata senza dover ricorrere a espedienti momentanei, è importante bilanciare al meglio sia la composizione dei nostri pasti sia la qualità del cibo che introduciamo.

Il piatto unico è un buon modo per avere a disposizione la giusta tipologia di nutrienti: un pasto completo di cereali integrali, fibre, sali minerali e vitamine dalle verdure e dalla frutta, proteine e grassi sani ci permetterà di ottenere un assorbimento dei nutrienti distribuiti nel tempo, con conseguente rilascio graduale nel sangue.

Questo carburante potrà essere utilizzato dalle nostre cellule un po’ alla volta.

Un occhio di riguardo va posto al consumo di cibi ricchi di vitamine del gruppo B, che sono coinvolte nel metabolismo energetico del nostro organismo. In particolare la tiamina (vitamina B1) è definita la vitamina anti-stanchezza poiché presiede alla trasformazione di carboidrati e amminoacidi in energia.

Semi, frutta secca, legumi e cereali integrali ne hanno in abbondanza. 

Altri alimenti da preferire per avere a disposizione energia a lungo termine sono i vegetali di colore rosso, ricchi di antiossidanti.

Alcuni esempi sono pomodori, barbabietola rossa, radicchio rosso, fragole, ribes, melograno e lamponi, senza dimenticare le spezie come il peperoncino.

Il colore stesso è simbolo di energia ed è facile ricordarsi di questi cibi quando abbiamo bisogno di riattivare e rinvigorire il nostro corpo.

Esistono inoltre delle erbe, definite adattogene, che possono essere utilizzate per creare bevande tonificanti.

Il termine "adattogeno" significa che una tale sostanza o principio attivo è capace di aumentare la resistenza a diversi fattori di stress.

Tra le piante adattogene ci sono ad esempio il ginseng, ottimo stimolante per l’organismo utile per migliorare la capacità di resistere alla fatica, e la rhodiola rosea, sostanza in grado di aiutare nelle condizioni di stanchezza psico-fisica.

Nel lungo termine puoi usare i multivitaminici (leggi quali sono gli integratori che forniscono più energia).

Alimenti che tolgono energia e fanno stancare

Invece alimenti pieni di zucchero saranno controproducenti per il nostro scopo: causeranno sbalzi repentini della nostra glicemia che poi scenderà altrettanto velocemente, portando in poco tempo a sentirci nuovamente senza forze e attivando un circolo vizioso senza fine.

Non è un caso che la definizione dello zucchero semplice ci dica che fornisce “calorie vuote” per via della sua bassa percentuale nutritiva.

Bevande dolci, energy drink e prodotti industriali pieni di dolcificanti ci forniranno solo un apporto calorico inutile, ma di certo nessuna energia fruibile.

Non è il massimo se vuoi partire di slancio e avere la forza e la concentrazione giuste per raggiungere i tuoi obiettivi giornalieri.

Segui il corso Supera la Fatica: apprendi il metodo scientifico per avere più energia e non essere sempre stanchi.

Scopri il corso!



 

Lascia un commento